Pagina Enzo - Nuovo Progetto Sito Archeologia Maurizio

prof. dr. arch. Maurizio Chiavari
Studio di Architettura, Archeologia e Restauro

HOME PAGE                 I NOSTRI LAVORI                       CHI SIAMO                      CONTATTI                   RICORDI
Vai ai contenuti

Pagina Enzo

ENZO BOSCHI
Stiamo qui ricordando persone di grande spessore sia morale che politico. Il prog. ing. Enzo Boschi era uno di questi. Mi ha onorato della sua amicizia anche se io non sono mai stato un geofisico vero e proprio, sono stato e sono poco più di un autodidatta in questo, anche se lui mi diceva che ne sapevo più di un  consumato geofisico. Era toscano, di Arezzo, dove era nato il 27 febbraio 1942, tanto che lo prendevo in giro dicendogli che se nasceva il giorno 29 febbraio di un altro anno (il 1942 non era bisestile) poteva fare il compleanno ogni 4 anni. E lui sorrideva e si schermiva. Era un tipo schivo, parlava poco ma i suoi occhi, molto attenti e mobili, percepivano e captavano tutto. Quando ci fu il terribile terremoto a L'Aquila nel 2009, lui era a capo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a Roma, in Via di Vigna Murata. Io stavo spesso con lui, in quei tempi, siamo andati a L'Aquila insieme una volta, soprattutto quando era già stata avviata una fase di ricostruzione con delle palazzine prefabbricate di nessuna sicurezza, tanto che i balconi si staccavano come fossero biscotti wafers. Ne abbiamo immediatamente parlato, o meglio il prof. Boschi (non lo avevo mai sentito così) ha letteralmente sgridato il Presidente del Consiglio di allora, Silvio Berlusconi, e lo stesso trattamento è stato riservato al Capo della Protezione Civile di allora, Guido Bertolaso, che hanno immediatamente, dopo aver visionato il tutto, bloccato lo svolgimento dei lavori. Poi il tutto è rimasto così. Il prof. Boschi era davvero una cima, ha studiato in Inghilterra, in Francia e negli Stati Uniti, fino a diventare nel 1975 professore di Sismologia all'Università di Bologna. Io seguivo ogni sua mossa ed ogni sua lezione (anche lectio magistralis) dove imparavo così molte cose di queste scienza che a me è sempre piaciuta. Tanto che nel 1980 sarei voluto andare in Irpinia con le colonne di soccorso ma non ho potuto per ragioni personali. Sono stato a contatto con lui fino all'ultimo, quasi, quando purtroppo è venuto a mancare il 22 dicembre 2018. Mi ricordo che gli telefonai giorni prima per fargli gli auguri di Natale. Che purtroppo non sono serviti. dico purtroppo perché era uno scienziato coi fiocchi e ce ne fossero stati di persone come lui. Ciao professore, un giorno ci rivedremo, ne sono certo.

Ultimo aggiornamento: ottobre 2020
Sito realizzato con Website X5. Created & powered by Maurizio Chiavari. Tutti i diritti riservati.
Copyright e Trademark 2019-2024.
Qualora si ravvisasse la necessità di prelevare qualsivoglia contenuto dal sito, sia esso testo
e/o immagini, in base alle vigenti leggi occorre specificarne la fonte. Ogni abuso sarà perseguito in sede civile e penale.
Torna ai contenuti